Ultima modifica: 29 giugno 2017

PDM digitale

scuola digitale

Organigramma digitale d’Istituto

Documenti, materiali e tutorial prodotti dai docenti

PDM Digitale (al 29 giugno 2016, versione USR Abruzzo)

Report PDM Digitale (al 30 giugno 2017)

 

Eventi a.s. 2016-17

30.11.2016 Caffè digitale (locandina scuole Alanno)

Foto eventi (flash mob e caffè digitale)

Il digitale a scuola: a che punto siamo? a cura di Quieti Sabatino

La biografia digitale a cura di Ferrante Silvana e Scarapazzi Silvio

Fare coding a scuola+ la classe virtuale  a cura di Ponteggia Iole

Scrivere in modalità collaborativa a cura di Franchi Roberta

29.11.2016 Caffè digitale (locandina scuole Cugnoli)

Foto eventi (flash mob e caffè digitale)

Il digitale a scuola: a che punto siamo? a cura di Quieti Sabatino

Creare un sito web in un click a cura di Barbone Maria Luisa

Lavorare con la classe virtuale a cura di Di Vincenzo Adele

Documentare in digitale a cura di Pascetta Alessandra

29.11.2016 Flash mob al ritmo di Ode to code

 

Formazione docenti A.s. 2015-16

29.04.2016 Coding e pensiero computazionale Ponteggia Iole
22.04.2016 Video editing Graziani Andrea
18.04.2016 Google apps (scrittura collaborativa) Quieti Sabatino
13.04.2016 Creazione spazio web e pagine web Quieti Sabatino
11.04.2016 Photo editing Graziani Andrea
04.04.2016 Presentazioni Di Pardo Mario
21.03.2016 Internet e posta elettronica Graziani Andrea
09.03.2016 Editor di testi Pascetta Alessandra
07.03.2016 Fogli di calcolo Ponteggia Iole

 

Il comma 58 dell’art. 1 della legge 107/2015 così recita:

“Il Piano nazionale per la scuola digitale persegue i seguenti obiettivi:

  1. realizzazione di attività volte allo sviluppo del-le competenze digitali degli studenti, anche attraverso la collaborazione con università,  associazioni,  organismi del terzo settore e imprese, nel rispetto dell’obiettivo di cui al comma 7, lettera h);
  2. potenziamento degli strumenti didattici e labora-toriali necessari a migliorare la formazione e i processi di innovazione delle istituzioni scolastiche;
  3.  adozione di strumenti organizzativi e tecnologici per favorire la governance, la trasparenza e la condivisione di dati, nonché lo scambio di informazioni tra dirigenti, docenti e studenti e tra istituzioni scolastiche ed educative e articolazioni amministrative del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  4. formazione dei docenti per l’innovazione didattica e sviluppo della cultura digitale per l’insegnamento, l’apprendimento e la formazione delle competenze lavorative, cognitive e sociali degli studenti;
  5. formazione dei direttori dei servizi generali e amministrativi, degli assistenti amministrativi e degli assistenti tecnici per l’innovazione digitale nell’amministrazione;
  6. potenziamento delle infrastrutture di rete, sentita la Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, 281, e successive modificazioni, con particolare riferimento alla connettività nelle scuole;
  7. valorizzazione delle migliori esperienze delle istituzioni scolastiche anche attraverso la promozione di una rete nazionale di centri di ricerca e di formazione;
  8. definizione dei criteri e delle finalità per l’adozione di testi didattici in formato digitale e per la produzione e la diffusione di opere e materiali per la didattica, anche prodotti autonomamente dagli istituti

Le istituzioni scolastiche possono individuare, nell’ambito dell’organico dell’autonomia, docenti cui affidare il coordinamento delle attività di cui al comma 57. Ai docenti può essere affiancato un insegnante tecnico-pratico. Dall’attuazione delle disposizioni di cui al presente comma non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.